Cosa significa fare formazione in Projectland?

In Projectland crediamo fermamente che la conoscenza sia il più importante fattore di crescita dell’azienda e che questa si basi sullo sviluppo delle persone. Sosteniamo inoltre che in un contesto globale l’impresa debba essere in sintonia con la società nel suo complesso. Siamo convinti che allo sviluppo tecnologico della società debba corrispondere una ancor più rapido sviluppo delle competenze e delle conoscenze delle persone.

Per lo sviluppo professionale e personale dei collaboratori, le imprese mettono in atto piani di formazione attraverso i quali è possibile realizzare interventi di:

  • Formazione strategica, cioè orientata a obiettivi specifici all’interno di precise politiche aziendali,
  • Formazione continua, destinata cioè a rendere i collaboratori sempre adeguati alle esigenze dell’evoluzione aziendale e del mercato. Quest’ultima è pertanto erogata e fruita in modo continuativo.

 Qual è l'obiettivo del catalogo Projectland?

Quello che chiamiamo catalogo, non è una mera raccolta di corsi interaziendali standard bensì una serie di proposte di contenuti e metodologie utili a chi deve occuparsi della formazione in azienda.

Tali proposte formative:

  • sono organizzate per coinvolgere ogni aspetto della vita professionale del lavoratore e per favorirne l’evoluzione;
  • sono personalizzate successivamente in funzione dei contenuti e delle metodologie necessari per raggiungere efficacemente i risultati attesi.

Quali sono i contenuti del catalogo Projectland?

Il catalogo si apre con la sezione “Conoscenze e abilità di base”, che raccoglie gli interventi normalmente destinati a tutti i dipendenti al fine non solo di rispettare le leggi, ma anche di condividere la cultura d’impresa, consolidare una comune identità e un comune senso di appartenenza all’organizzazione.

Seguono gli interventi orientati a sviluppare l’“Efficacia personale”, in cui rientrano le attività formative utili per potenziare le capacità intellettuali ed emotive di ciascun collaboratore nello svolgimento dei propri compiti e nelle relazioni con colleghi, clienti o fornitori.

Nell’area dell’ “Efficacia professionale”, siamo partiti dal comportamento organizzativo e ci siamo concentrati sui singoli “mestieri aziendali”: le specifiche professioni dell’ambito bancario, finanziario e assicurativo e quelle di marketing, risorse umane, contabilità, IT e organizzazione, governance.

Abbiamo invece dedicato un’apposita sezione a due figure professionali considerate da noi di particolare valenza strategica per l’azienda: il manager “Efficacia manageriale” e colui che si occupa di vendita in “Efficacia di vendita”. L’importanza di questi due ruoli ne giustifica la particolare attenzione e gli approfondimenti nell’offerta prevista dal catalogo.

 In ultimo sono presenti le proposte formative sviluppabili in modalità di “Formazione a distanza”.

L'importanza del metodo

È possibile utilizzare metodi diversi per ottenere analoghi risultati formativi. È però indubbio che alcuni metodi sono più efficaci di altri in funzione della tipologia dei risultati attesi dall’azione formativa. Per Projectland l’attenzione verso le metodologie formative è fondamentale poichè, con l’evoluzione e il cambiamento delle competenze e delle esigenze formative anche le metodologie formative devono adeguarsi ed aumentare la loro efficienza.

Le Metodologie formative

  • Formazione in aula
  • Formazione esperienziale
  • Formazione a distanza

La formazione d’aula di tipo tradizionale è essenziale poiché ogni azienda poggia su conoscenze imprescindibili che necessitano di un approccio docente-discente e che, condivise dall’intero sistema, contribuiscono a una maggiore coesione tra i collaboratori.

La maggior parte dell’apprendimento, come sottolineano ricerche sperimentali, avviene tuttavia al di fuori dell’aula, nell’esperienza di lavoro e nel contatto con i colleghi.

Per molti interventi formativi Projectland ha quindi sviluppato la propria offerta su tutte e tre le metodologie: una stessa materia potrà essere quindi trattata in diverse modalità (alternative o complementari) a seconda dei risultati formativi attesi.

 

1. Formazione in aula

La modalità di formazione in aula ha l’obiettivo di trasferire conoscenze e capacità cercando di coinvolgere e rendere partecipi del processo tutti i discenti secondo i dettami tipici della formazione degli adulti.
In particolare Projectland, attraverso i suoi formatori, valorizza gli aspetti di partecipazione e coinvolgimento in modo da massimizzare l’apprendimento. Vengono pertanto ampliate le attività esercitative e interattive rispetto alle lezioni frontali.

La formazione in aula può avvenire in piccoli gruppi (Aula) in grandi gruppi (grandi aule), a seconda dei vincoli aziendali e delle finalità perseguite.
L’aula si completa proficuamente con le tecniche di formazione esperienziale quali palestra, labororio e workshop.

 

2. Formazione esperienziale

Il termine “esperienza” deriva dal latino experior (sperimento, mi metto alla prova) il quale, risalendo ancora più indietro, ha le sue origini nella radice indoeuropea *per, che indica il tentativo, la prova sul campo. Perché questa parentesi linguistica? Perché dimostra che da sempre la concezione della conoscenza è legata alla prova, al tentare di mettere in pratica quanto appreso a parole.
La formazione esperienziale è volta a facilitare l’applicazione nelle attività quotidiane di quanto appreso sperimentalmente. Possiamo seguire questa metodologia attraverso quattro approcci:

  1. formazione esperienziale metaforica, laddove si ricostruicono, in aula o in outdoor, situazioni analoghe a quelle che si affrontano nell’attività quotidiana
  2. formazione esperienziale riflessa, attraverso l’identificazione con esperienze vissute da terzi testimoni
  3. formazione esperienziale di interscambio di gruppo (laboratori, palestre, workshop)
  4. formazione Concreta©, nella quale l’obiettivo perseguito è di natura aziendale e l’obiettivo didattico si ottiene come conseguenza del raggiungimento dello stesso risultato aziendale. L’esperienza formativa consiste nel raggiungere, in modo guidato, un reale obiettivo di lavoro

 

3. Formazione a distanza

La formazione a distanza può essere distinta in:

  • simultanea, si pensi ad esempio all’aula simulata o al webinar
  • differita, nel caso di realizzazione di piani di studio o di utilizzo di strumenti a distanza (es. WBT – Web Based Training )

La formazione realizzata in modalità differita può essere a sua volta distinza in:

  • autonoma (gli strumenti di supporto e controllo sono inglobati ad esempio in un WBT)
  • assistita (gli strumenti di supporto e controllo sono esercitati anche con il supporto a distanza di un docente)

Projectland è esperta nella produzione di WBT, caratterizzati da un efficace metodo di docenza denominato “metodo dialogico” che consiste nel trattare la materia mettendosi dal punto di vista del discente, il quale instaura un dialogo con il docente che si realizza in quattro fasi:

  1. esposizione puntuale dei concetti (formatore)
  2. approfondimento critico sceneggiato e domande (attori nel ruolo di discenti)
  3. sintesi chiarificatrice (ad opera del formatore che risponde in modo colloquiale)
  4. esercizi interattivi

I contenuti sono pertanto suddivisi in pillole formative caratterizzate da:

  • dialogo tra docente e discente
  • ricorso a situazioni concrete (situation comedy)
  • esercizi interattivi

Sponsorizzazioni Projectland
Projectland Sponsor Moto