EBA: aperta la pubblica consultazione sul progetto di istituzione di una banca dati centrale in ambito antiriciclaggio

In data 6 maggio 2021, l’European Banking Authority (di seguito, l’“EBA”), in continuità con gli obiettivi di rafforzamento delle politiche di contrasto al antiriciclaggio e al finanziamento del terrorismo da ultimo formalizzati nel piano d’azione pubblicato dalla Commissione Europea lo scorso 7 maggio 2020 (cd. “Action Plan for a comprehensive Union policy on preventing money laundering and terrorist financing”), ha aperto una pubblica consultazione su una proposta di norme tecniche di regolamentazione volte a istituire una banca dati centrale in ambito antiriciclaggio e contrasto al finanziamento del terrorismo (cd. “Draft on Regulatory Technical Standards under Article 9a (1) and (3) of Regulation (EU) No 1093/2010 setting up an AML/CFT central database and specifying the materiality of weaknesses, the type of information collected, the practical implementation of the information collection and the analysis and dissemination of the information contained therein” – EBA/CP/2021/19).

Tale banca dati, più nel dettaglio, metterà a disposizione delle singole Autorità di vigilanza e giudiziarie nazionali nonché delle altre Autorità di vigilanza comunitarie – tra cui l’“European Insurance and Occupational Pensions Authority” (cd. “EIOPA”), l’“European Securities and Markets Authority” (cd. “ESMA”) e l’“European Public Prosecutor’s Office” (cd. “EPPO”) – ogni dato raccolto, tanto a livello nazionale quanto internazionale, relativamente a tutti i soggetti sottoposti a un regime di vigilanza in ambito antiriciclaggio e contrasto del terrorismo evidenziandone, anche attraverso un complesso sistema di scoring, le anomalie/criticità tempo per tempo individuate dalle singole Autorità competenti nonché le eventuali misure di rimedio da queste ultime suggerite in risposta a tali criticità (“The EBA collects information from competent authorities in the context of preventing and countering money laundering and terrorist financing. The information relates to weaknesses identified during ongoing supervision and authorisation procedures concerning financial sector operators, as well as measures taken by competent authorities in response to these material weaknesses”).

Tale processo di condivisione, complesso e articolato, è sintetizzato dall’EBA attraverso il seguente flowchart:

Trattasi, dunque, di un progetto ambizioso e importante, destinato a divenire uno strumento-chiave per coordinare gli sforzi internazionali nel contrasto all’uso illecito del sistema finanziario per finalità di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

La pubblica consultazione si chiuderà il prossimo 17 giugno 2021.

Marco Delli Guanti Avvocato e Consulente
Esperto in Diritto Bancario e degli Intermediari Finanziari
in particolare nelle aree Compliance, Antiriciclaggio e Legale

 

Il documento suddetto è consultabile al seguente link:

https://www.eba.europa.eu/sites/default/documents/files/document_library/Publications/Consultations/2021/Consultation%20on%20draft%20RTS%20on%20a%20central%20database%20on%20AMLFT%20in%20the%20EU/1000642/Consultation%20Paper%20RTSs%20AMLCFT%20central%20database.pdf;

https://www.eba.europa.eu/sites/default/documents/files/document_library/Publications/Consultations/2021/Consultation%20on%20draft%20RTS%20on%20a%20central%20database%20on%20AML-CFT%20in%20the%20EU/1000679/Summary%20draft%20DPIA%20AMLCFT%20CDB.pdf.