Pubblicazioni ed eventi

Tratto da SOLDI del 2 maggio 2012

Puntare sul capitale umano delle aziende, orientando l’attenzione verso la formazione e i processi di apprendimento. È questa la ricetta per incentivare la crescita indicata da Projectland, una società di consulenza nell’ambito dei fondi interprofessionali, e contenuta in un volume edito da Guerini e Associati: “Finanziare la crescita del capitale umano”.

In ragione del cambiamento radicale del mondo del lavoro avvenuto negli ultimi anni nei Paesi occidentali - che hanno abbandonato la vocazione al labour intensive sostituendola con quella alla knowledge intensive - è emersa l’esigenza di investire sulle capacità immateriali, osserva Sergio Carbone, che ha curato il testo. Questo ha portato all’affermarsi in tutte le economie avanzate di sistemi di formazione continua, fondati non solo su modelli specifici adottati dalle imprese, ma anche su azioni e politiche di supporto basate sull’intervento finanziario pubblico e in varie forme. Il volume raccoglie i contributi di alcuni specialisti di Projectland che, nel corso degli ultimi anni, si sono impegnati nella gestione di oltre duecento piani formativi, e si propone di ricostruire le fasi salienti che caratterizzano la gestione di un piano aziendale finanziato fornendo, per ogni fase, alcune indicazioni operative. I cinque capitoli in cui si suddivide il libro si concentrano rispettivamente su progettazione tecnica del piano formativo (Marco Harb), valutazione del piano e gli aspetti contrattuali ( Sergio Carbone), execution (Massimo BattistaSperlecchi ) , monitoraggio fisico (Umberto Bartolotta), rendicontazione e audit (Giulio Alberto Galli).

Scarica questo file (Recensione Finanziare la crescita SOLDI 2mag12.pdf)

leggi l'articolo originale