La Formazione concreta

La formazione concreta: ovvero come rivoluzionare l’approccio formativo

A cura di Angelo Pasquarella e Sergio Carbone

Guerini e Associati, 2016

In uno scenario economico sempre più legato a servizi e manifatture ad alto valore aggiunto, le persone sono il vero fattore critico di successo.

È lecito domandarsi se i tradizionali modelli formativi nati negli anni Cinquanta possano essere ancora adeguati. Le metodologie formative nate dalle logiche industriali sono cresciute in ambiti di organizzazioni strutturate, fondate su ruoli ben definiti e su compiti assegnati. Davvero un approccio all’apprendimento derivante da un modello d’azienda che assorbiva l’autonomia dei lavoratori può valere ancora oggi?

In altre parole, la formazione, così come l’abbiamo vissuta e praticata, mantiene ancora tutta la sua efficacia in azienda? O è cambiato il paradigma e siamo giunti ad una svolta? E se questa inversione di tendenza è oramai arrivata, quali sono le tecniche e le metodologie oggi utili per una formazione aziendale efficace?

Questo libro cerca di offrire possibili risposte a tali domande attraverso una chiave di lettura che parte dall’operatività dell’impresa: la formazione concreta. Con laformazione concreta, infatti, il risultato formativo si ottiene mediante il perseguimento di un obiettivo aziendale contestualizzato, concreto, definibile e quantificabile. Questo obiettivo è, tuttavia, anche occasione di apprendimento, comprensione e sviluppo professionale (come nella formazione tradizionale).
L’universo della formazione concreta offre molteplici e stimolanti spunti di riflessione a chi oggi si trova ad affrontare problemi collegati allo sviluppo di conoscenze tacite, motivazione ad apprendere, superamento della barriera applicativa, memorizzazione dei concetti, persistenza dei comportamenti.