Efficacia manageriale

Il ruolo del capo necessita oggi di particolare attenzione e pertanto abbiamo scelto di dedicargli un’apposita area. Molti aspetti della formazione manageriale rientrano anche nell’ambito delle soft skills  (un buon capo governa più di altri le competenze trasversali) ma per le funzioni manageriali in particolare ci siamo concentrati sui tre aspetti che riteniamo oggi i più importanti:

  • Innovare: la leadership intesa come aggregante verso i risultati attesi, come guida e sprone verso un ambiente innovativo e competitivo (change management, start-up, coaching…)
  • Gestire: a capo del team deve esserci un coordinatore capace di far crescere i propri collaboratori e di gestire processi e procedure in un’ottica di raggiungimento e superamento dei risultati aziendali (delega, feedback, controllo dei processi, smart working…).
  • Migliorare: la gestione deve essere costantemente messa in discussione in un’ottica innovativa, non si può porre un traguardo all’efficienza dei sistemi produttivi, così come non si può dare per scontata la qualità delle risorse, che andrebbero costantemente sviluppate e aggiornate (miglioramento continuo, quality management, lean office…).

Infine, abbiamo scelto di fare rientrare in quest’area anche due interventi più complessi pensati per il Consiglio di Amministrazione. Trattandosi di un organo che si assume grandi responsabilità, è infatti essenziale che coloro che vi fanno parte padroneggino le normative di riferimento nel proprio contesto d’azione in relazione alla gestione dell’impresa.