L’efficacia relazionale nell’internal auditing

Contesto ed obiettivi

Svolgere un’attività di verifica delle procedure aziendali in qualità di consulente interno richiede competenze relazionali e interpersonali non scontate. L’auditor deve necessariamente mantenersi super partes e deve essere obiettivo nel suo giudizio, ma deve anche essere in grado di gestire con efficacia le sue attività a livello umano e sociale e deve trasmettere efficientemente i risultati dell’indagine. Obiettivo della formazione è di fornire ai partecipanti strumenti e tecniche per gestire con sicurezza le interviste, per realizzare report costruttivi e convincenti, e per potenziare le proprie abilità di comunicazione, negoziazione e gestione del conflitto.

Temi

Le competenze interpersonali dell’auditor – Il ruolo della comunicazione – L’intervista nel processo di IA – Le fasi dell’intervista da un punto di vista relazionale – Preparazione: come raccogliere la documentazione e come proporre l’incontro – Svolgimento: l’arte di fare domande (e di ascoltare le risposte), l’importanza della fiducia – Conclusione: riepilogo e azioni conseguenti – Essere assertivi – Ascolto attivo – Come gestire il conflitto – Interpretare le emozioni dell’interlocutore – Gestire le proprie emozioni – Approccio integrativo – Redazione del report: tecniche di scrittura efficace – Criteri e stile di scrittura – L’importanza della terminologia tecnica.

Destinatari
Personale addetto alle mansioni di auditing

Modalità
• Aula

Durata
Il modulo ha una durata di 8 o 16 ore a seconda del programma concordato.